Il Museo

Or.Me – Ortica Memoria è un progetto che nasce per valorizzare il quartiere che vanta un’anima storica di secoli. Un quartiere una volta parte del comune di Lambrate, ma che nel Novecento ha attraversato trasformazioni che l’hanno fatto diventare una parte di Milano, da territorio agreste a insediamento di grandi e medie fabbriche, con sviluppo di abitazioni.

La storia di questo quartiere va di pari passo con la storia di Milano e dei suoi dintorni, così come le altre periferie milanesi.

Or.Me ha deciso di scrivere questa storia sui muri per costruire un itinerario culturale identitario, attraverso un percorso di ricerca della memoria che porti i milanesi e i visitatori fuori dal centro, ampliando così la conoscenza della nostra città.

È museo, non solo un insieme di murales, in quanto ha una direzione artistica unica e una vocazione precisa: raccontare le storie del secolo breve, il Novecento, così come il quartiere l’ha vissuta, storie che ne hanno costruito l’identità, incrociandosi con quella di Milano.

È museo a cielo aperto perché non si sviluppa in un edificio ma si diffonde per il quartiere, sui suoi muri, sulle sue case.

Anche Walter Coltipelli, e il suo collettivo Orticanoodles, artisti di fama internazionale con cui Or.Me ha scelto di collaborare, è radicato in questo territorio e proprio qui ha il suo laboratorio di progettazione.

L’idea è partita nel 2015, nel 70° anniversario della liberazione, quando, grazie all’iniziativa spontanea e all’impegno delle associazioni no profit del quartiere, si è realizzato sul cavalcavia Buccari il primo murale: Le parole della Libertà.

Piano dell’Opera: ci si prefigge di realizzare 20 opere di arte urbana(ad oggi ne abbiamo 11
completati).