Al movimento cooperativo Milanese

Una targa in Via Crocefisso a Milano ricorda la nascita della “Lega Nazionale Cooperative”, era il 1886. Oggi è nei volti e nelle opere dei cooperatori che va letta la storia della cooperazione, più di 130 anni di imprese, idee e passioni. Dagli spacci aziendali di fine Ottocento al supermercato del futuro, dalla ricostruzione del dopoguerra allo sviluppo verticale di oggi, dalle città-giardino immaginate da imprenditori filantropi ai quartieri cooperativi che contribuiscono allo sviluppo delle comunità.

La cooperazione ha radici solide, nei suoi principi di libertà, democrazia, partecipazione, autonomia, equità e soprattutto mutualità, intesa come reciproco scambio di apporti, capacità delle persone di entrare in relazione tra loro, condividere e lavorare insieme.

Con l’obiettivo di dare senso e realtà a questi principi e di fissarli nella memoria collettiva, è nata la collaborazione di Legacoop Lombardia con Orme Ortica Memoria. Un progetto di arte e cittadinanza attiva con cui ripercorrere la storia del quartiere milanese dell’Ortica partendo proprio dalla cooperazione.

 A settembre 2017, sulla parete della sede della Cooperativa Edificatrice Ortica, nata nel 1953 in via San Faustino 5, il collettivo Orticanoodles ha dato vita alla prima opera del progetto: il murale della cooperazione.

Il dipinto si ispira a una foto storica (datata 1914) che ritrae i soci della Sezione di Cinisello della Società di Miglioramento e Resistenza tra i Lavoranti Muratori di Milano, cooperativa di costruzioni nata nel 1887 con scopo sia mutualistico che sindacale. Nella foto, così come nel murale, l’identità socio-culturale della cooperativa è resa dai due quadri che rappresentano Gesù Cristo e Carlo Marx.

I volti – seri, orgogliosi e solenni – dei pionieri cooperatori lombardi sostengono con forza il messaggio del movimento cooperativo, ispirato al pensiero del socialista Robert Owen,: “La cooperazione di tutti per il bene di ognuno”, scritto in alto come incipit del murale.

Il murale della cooperazione vuole ricordare agli abitanti e ai passanti che la cooperazione è un fenomeno sociale, prima che un tipo societario.

In pieno spirito cooperativo, tutti sono invitati a prendere parte all’opera, ad esserne testimoni e a lasciare la propria orma.

La cooperazione di tutti per il bene di ognuno